Il pubblico dei talk show

Questo post è stato scritto da Paolo Natali il 17 aprile, 2019

Lilli Gruber

Sono assai numerosi i talk show in tv con la presenza del pubblico (forse fa eccezione soltanto Ottoemezzo della Gruber). Mi sono chiesto in molte occasioni, di fronte agli applausi, più o meno frequenti, spesso contraddittori fra loro, a quale titolo le persone partecipino, se siano pagate o meno, se i politici che partecipano ai talk abbiano la possibilità di farsi accompagnare dai propri fans e, soprattutto, se gli applausi siano spontanei o comandati dalla regia.Tutte queste domande mi si sono ripresentate in occasione di una recente puntata di “Piazza pulita” nella quale Formigli ha preso le distanze dagli applausi del pubblico ad una dichiarazione razzista sui rom da parte di un residente di Casal Bruciato a Roma. Personalmente ritengo che gli applausi del pubblico, sopratutto se frequenti, siano motivo di distrazione e non giovino alla visione dei programmi. Sarei lieto di conoscere la vostra opinione e di avere magari qualche informazione sul tema. Grazie.

Tag:,

Commenti dei lettori

sono d’accordo con te Paolo, che gli applausi siano troppo frequenti e peggio ancora certe ovazioni in piedi piuttosto ingiustificate secondo me. Non so se i personaggi si portino i loro fans ecc. ma che il pubblico sia sollecitato ad applaudire si, perché qualche volta si è intravisto inquadrato uno che faceva il gesto di applaudire o teneva un cartello con scritto “applauso” rivolto al pubblico.
Ciao.

#1 
Scritto da Neria il 17 aprile, 2019 @ 22:13

Grazie Neria. Non ci ho mai fatto caso ma in molti talk (soprattutto Di Martedì) è evidente che c’è una regia.

#2 
Scritto da Paolo Natali il 18 aprile, 2019 @ 08:47

Aggiungi un commento

* usa un nome vero
* non verrà pubblicata

Articolo precedente: L’iniquità della flat tax